Quando la crisi di mezza età viene proprio a lui! – Lucifero disoccupato, Alexander Wat [Salerno Editrice]

Ich bin der Geist, der stets verneint!
Faust
, J. W. von Goethe

di Martino Santillo

Titolo: Lucifero disoccupato
Autore: Alexander Wat
Editore: Salerno Editrice
Anno: 1994
Potete acquistarlo qui su Amazon

Un altro acquisto a scatola chiusa, un nuovo libricino in sconto, un ennesimo drago che entra nella mia libreria. Lucifero disoccupato di Aleksander Wat. Se vi piace la letteratura amara, satirica e dissacrante non vi muovete.

Lucifero disoccupato è una raccolta di racconti del polacco Aleksander Wat. Questa edizione della Salerno, anno 1994, raccoglie soltanto 5 dei racconti pubblicati da Wat nel 1926. Mi sono imbattuto in un altro autore straniero degli anni Venti del secolo scorso. Anni di profonda crisi e di una letteratura profondamente inquieta.

Continua a leggere

Non ritornerai

di Fedele Menale

Il tempo dell’attesa,
e quello del tormento,
non sembrano più coincidere.
 
Li vivo, comunque.
Ma con immobile terrore,
in un fremito di antichi entusiasmi.
Il buio sovrasta la luce;
io
sento che non c’è più niente.

Sul fondo del barile,
tra tracce di cuore e schegge di memoria,
fanno a gara scampoli di giorni sbiaditi:
sono loro a divorarmi,
sono loro a guidarmi,
sempre loro a illudermi.

Illusione.
Prezzo crudele che pago
nel cercare ancora di viverti.
Eppure, scontando amare colpe,
non torna mai il mio conto:
vittoria non c’è
per chi giace sconfitto.  

Il tempo in cui
incatenai il tuo volto
alla mia felicità
si è consumato miseramente.
E il fumo che resta
offusca i sensi,
confonde il cuore,
disperde la tenerezza. 

Non ritornerai. 
Non più.
E io non amerò. 
Mai più. 

 

2017-02-10-09-43-03

LL tra i banchi – Letture alla Parente – Ep.4 prof. Menale/Santillo

Cari amici di Legenda, è ancora mercoledì ed è ancora il momento di un diario di banco con i nostri due prof. MartinoFedele e il loro progettino di lettura all’Istituto Parente di Aversa.  Alcune foto del primo incontro le trovate quiqui potete vedere i diari del secondo incontro e qui il diario di banco della scorsa puntata.

Ecco il diario di banco di Fedele che ci dice come i ragazzini di seconda hanno affrontato il tema della paura:

Nel secondo diario di banco, invece, Martino fa il punto sull’incontro tra i giovanotti di terza e una nostra idea di poesia: