Riccardo Cocciante: Quando finisce un amore – Legenda d’Autore

di Francesca Maria Miraglia

Rossella Canaccini, la terza da sinistra ai tempi de Le Stars un girl group toscano, che fra il novembre 1968 e il gennaio 1969, a causa di un fraintendimento contrattuale, si trovò catapultato ad esibirsi nel sud-est asiatico.

Cari lettori e lettrici, si rinnova il nostro appuntamento con Legenda d’autore! Chiudiamo questo filone musicale e ideale della tematica amorosa, iniziato con Ivano Fossati, con Riccardo Cocciante e con la canzone Quando finisce un amore.
L’amore non è sempre un sentimento che porta gioia e ristoro al nostro animo. La canzone ne è la prova evidente: tratta dall’album Anima del 1974, fu presentata al Festival di Sanremo da una esordiente: Rossella, che fu immediatamente scartata. La canzone riesce ad ottenere successo solo dopo la kermesse musicale.

Quando finisce un amore così com’è finito il mio
Senza una ragione né un motivo, senza niente
Ti senti un nodo nella gola,
Ti senti un buco nello stomaco
Ti senti un vuoto nella testa e non capisci niente
E non ti basta più un amico e non ti basta più distrarti
E non ti basta bere da ubriacarti
E non ti basta ormai più niente
E in fondo pensi, ci sarà un motivo
E cerchi a tutti i costi una ragione.

La copertina di Anima del 1974

La voce del cantante interpreta un uomo che per amore inizia a tormentare il suo animo e il suo fisico: dal nodo alla gola, al buco nello stomaco, al vuoto nella testa possiamo notare questa climax ascendente che ci consente di comprendere lo stadio iniziale del dolore e dell’inquietudine, che sono i sintomi di una fortissima rabbia. La voce cerca mille espedienti per distrarsi: stare in compagnia dell’amico o dell’alcol poco importa, perché nella sua mente vive ancora la fanciulla che gli ha spezzato il cuore.
Nonostante tutto parte alla disperata ricerca delle motivazioni che hanno portato alla chiusura della storia, ma queste motivazioni non ci sono, perché si intersecano mille ricordi e mille giustificazioni che però rendono incolmabili i suoi dubbi.

E cerchi a tutti i costi una ragione
Eppure non c’è mai una ragione
Perché un amore debba finire
E vorresti cambiare faccia, e vorresti cambiare nome
E vorresti cambiare aria, e vorresti cambiare vita
E vorresti cambiare il mondo
Ma sai perfettamente
Che non ti servirebbe a niente
Perché c’è lei, perché c’è lei.

Il nostro protagonista distrutto, affranto e dalle mille speranze vorrebbe cambiare identità, vita e mondo: purtroppo il cambiamento non è una molla, non è istantaneo. Il dolore va compreso, ascoltato e colmato in tutte le sue sfumature. Sebbene si cerchi di cambiare persona, c’è sempre la consapevolezza che il pensiero, nei ricordi e nella quotidianità, inconsapevolmente tornerà all’amata: ciò porta alla rassegnazione che solo il tempo potrà essere un ideale alleato per alleviare la ferita.

Però, se potessi ragionarci sopra
Saprei perfettamente che domani sarà diverso
Lei non sarà più lei
Io non sarò lo stesso uomo
Magari l’avrò già dimenticata
Magari se potessi ragionarci sopra
E se potessi ragionarci sopra
Ma non posso, perché…

C’è ora una diversa concezione dell’amore: la rassegnazione è frutto del tempo e la sua “lei” potrebbe essere un’altra persona, altre avventure e altre emozioni. La voce che canta ha una diversa concezione della sua personalità, che convive con un ricordo sbiadito della sua amata, vorrebbe ragionare ancora sull’amore tormentato e disperato ma questa volta frena il desiderio e non si lascia tormentare dalla malinconia e dalla nostalgia che l’amore sa creare.
Così concludiamo il nostro primo filone musicale! Pronti lettori e lettrici a scoprire il prossimo filone musicale? Allora seguiteci e #StateLettori!

Annunci

Di’ pure quel che pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...