Poesia n°2…

di Marco Menale

Una benda, stretta,
dinanzi alle tue paure
per scrutare, piano.

Apprezzi la linea
e la sinuosità
di quel corpo;
naufraghi in quegli occhi
e nel loro mistero.

Scruti un’anima viva,
una sensibilità, ‘sì fragile,
ma fonte inesorabile
di Bellezza e Amore.

Quanta meraviglia!

Come vento tra le foglie,
vola, girovaga, quella benda
e, in estasi,
continui ad ammirare te stesso.

MM

Annunci

Di’ pure quel che pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...