Son Poeti Questi Romani!

di Marta Compagnone

Cari amici di Legenda cedo oggi, nuovamente e con piacere, questa nostra piccola rubrica ai miei poetici alunni che, senza scomodare i pilastri della poesia nazionale, sono destinati a versificare, lo so. Sapete, mi sento molto come Brunetto Latini con Dante e trovo sempre più interessante che questi pargoli si esprimano poetando, poiché nella loro semplicità riescono a cogliere la bellezza delle cose, che spesso sfugge al navigato occhio adulto; non solo, dai loro versi, come si vedrà, scaturiscono immagini auliche ed una piacevole occasione per scorgere nell’autunno, tematica centrale dei componimenti, una stagione che (e qui cito un alunno) ‘se da un lato non offre molto, dall’altro compensa quello che ha tolto‘. Credo, a questo punto, di poter cambiare il celebre acronimo S.P.Q.R. in ‘Son poeti questi romani!’ Giudicate voi stessi e, come sempre, buona lettura!!

L’autunno  (A.P.)

Le foglie cambiano colore e c’è un nuovo odore.
Ci sono venti freddi ed alcuni caldi.
L’autunno è strano però ho un piano:
mi infilo nel letto e vado in letargo come un bel ghiretto.

foto 5

L’autunno è una stagione (L.F.)

L’autunno è una stagione
che annuncia come Eddard Stark che dice:
“L’inverno sta arrivando”
e non dico che libro sto citando.
L’autunno è una stagione che prepara
a quella temperatura tanto amara
in cui o ti metti il cappotto
o rimani chiuso nel tuo salotto.
L’autunno è una stagione che intristisce
con tutte quelle foglie cadute vicino alle strisce
con la gente che continuamente le calpesta
e quella dei morti in fondo è l’unica festa.
L’autunno è una stagione per Cherubini
che solo di Totti ha le figurine Panini.
Lui spera che la Roma vinca il campionato
ma fino ad ora dalla fortuna non è stato coronato.
L’autunno non offre in fondo molto
ma almeno compensa quello che ha tolto.

L’autunno (E.F.)

L’autunno è come una sontuosa dama
che dal lontano Oriente viene nella mia città
attraversa il continente ed arriva con maestosità.
Quel che intorno a me accade tutto ciò lei lo decide:
il paesaggio che s’addormenta e decade
mentre il cielo piange e stride.
Prima di tutto per cominciare
col suo mantello le foglie fa danzare.
Esse volteggiano nell’aria ancora mite
e secche cadono come stordite.
Con le mani delicate fa solletico alle nuvole.
Le gocce scendono incantate con un suono quasi debole.
Ecco arriva un venticello e comincia a rinfrescare:
è sempre lei col suo mantello che dispettosa inizia a soffiare.
Ma se senti risuonare non andare in lungo e in largo:
è la dama che col suo cantare gli animali fa andare in letargo.
Per finire il suo lavoro con la nebbia fa un decoro.
Mentre i bambini che si divertono giocando
nelle pozzanghere stanno saltando.

fot0 4

L’autunno (S.B.)

È arrivato il momento
in cui le foglie vengono spazzate dal vento,
e il giallo-arancione
è il colore di questa stagione.
Poi si ritira fuori l’ombrello
che quest’estate è stato sempre nel cassetto
e si eran dimenticate le gare a chi l’avesse più bello.
Il freddo e la pioggia sono ormai alle porte
e le calze di lana e la sciarpa son pronte
ché se dimenticate ti scotterà la fronte.
Adesso solo un frutto puoi trovare
se ti metti a cercare per le campagne, le castagne!

foto 2

Autunno (D.G.)

Guardo con malinconia il paesaggio autunnale
fuori piove, sono triste, è normale.
Ad un tratto il temporale tace
fuori adesso c’è una strana pace.
Cascan dagli alberi foglie gialle e rosse
che il vento potente dai rami mosse.
La pioggia per strada ha lasciato pozzanghere
mi tuffo, son felice, non voglio più piangere.
Sento odore di funghi, castagne, di prato;
che bella stagione, l’autunno è iniziato.

foto 1

Autunno (G.L.)

Dopo l’estate continua il divertimento,
foglie secche che scricchiolano io sento.
C’è chi vuole ancora dormire
e chi sul divano si mette a poltrire.
Dal cielo scendono goccioline bagnate
e noi tutti abbiamo le idee congelate.
Mentre lo scoiattolo fa scorta di cibo e
l’ombrello è piegato dal vento,
l’autunno corre verso l’inverno, lento.

foto 3

Annunci

Di’ pure quel che pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...