32 – Lutulento – Gli EXEMPLA di Legenda

di Fedele Menale

Cari lettori e lettrici oggi parliamo di un termine assolutamente raro nel linguaggio di tutti i giorni, stiamo parlando di un aggettivo: lutulento.

Se volete conoscere il significato dell’aggettivo lutulento cliccate qui per leggerne la definizione riportata dal vocabolario della Treccani.
Se volete conoscere l’etimologia dell’aggettivo lutulento cliccate qui per leggerne l’origine nel dizionario etimologico Pianigiani.

Come EXEMPLUM questa volta abbiamo scelto, ancora una volta, un sonetto ma di un autore di cui non avevamo ancora mai parlato, si tratta di Carducci. Abbiamo scelto un sonetto derivante dal Ça ira, una raccolta di dodici sonetti pubblicata nel 1883, e questo è Su i colli de le Argonne:

Su i colli de le Argonne alza il mattino
Brumoso, accidïoso e lutolento.
Il tricolor bagnato in su ’l mulino
Di Valmy chiede in vano il sole e il vento.

Sta, sta, bianco mugnaio. Oggi il destino
Per l’avvenire macina l’evento,
E l’esercito scalzo cittadino
Dà col sangue a la ruota il movimento.

— Viva la patria — Kellermann, levata
La spada in tra i cannoni, urla, serrate
De’ sanculotti l’epiche colonne.

La marsigliese tra la cannonata
Sorvola, arcangel de la nova etate,
Le profonde foreste de le Argonne.

Alla prossima e come sempre, state lettori. Ciao wuagliò!

Annunci

Di’ pure quel che pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...