Profondo rosso – Legenda Cinematografica

di Giuseppe Cangiano.

Dario Argento alla cinepresaCari lettori e lettrici di Legenda Letteraria si rinnova l’appuntamento con Legenda Cinematografica. Oggi parliamo di un capolavoro del thriller: Profondo rosso del regista Dario Argento, del 1975. 

Per una rapidissima carriera di Dario Argento, che come autore ha praticato il genere thriller, giallo e horror, ricordiamo il suo debutto nel 1970 con L’uccello dalle piume di cristallo, e lo spettacolare film horror del 1977: Suspiria.

Bisogna parlando di Profondo rosso ricordare la grandiosa colonna sonora dei Goblin, a cui si associa una fotografia colma di colori colmi e densi, che rendono maggiormente surreali le immagini e più forte il senso di turbamento.

Le scenografie e l’ambientazione del film sono un altro punto forte, grazie all’affascinante e spettrale Torino.

Dal punto di vista tecnico c’è da sottolineare la camera in soggettiva. Qual è il significato di questa dicitura? La camera in soggettiva è un modo di ripresa, una tecnica, per cui siamo proiettati nell’esatto punto di vista dell’assassino, per cui siamo messi dal regista esattamente al centro dell’attenzione.

Questo è un film per i nostalgici del thriller, e con Profondo rosso vi auguriamo buona visione.

Annunci

Di’ pure quel che pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...