Canto a SELENE

di Marta Compagnone

William Etty Venere distesa contempla la luna 1830c olio su tela

William Etty – Venere distesa contempla la luna 1830c

Solitaria,
avvolta da un cielo pieno
di Stelle luminose,
sola luce della nera notte
con quell’alone di mistero
che ispira versi
e concilia il sonno
fuggi dal giorno che ti incalza.
Padrona delle tenebre,
spii i teneri amanti
ne copri le colpe
ne suggelli gli amori.
Testimone di cuori spezzati
che urlano il loro dolore
alla notte silenziosa,
custode delle loro lacrime,
scrigno inaccessibile degli umani segreti e
deposito leggendario del senno
smarrito dai furiosi innamorati…
Sei tutto questo Luna.
Forse il tuo lato oscuro
è legato alla fenomenologia
notturna dell’animo umano
quando può abbandonarsi nella più totale libertà
ai pensieri che lo esaltano o
lo tormentano…
I miei li conosci, come quelli
dell’umanità tutta.
Paziente li hai ascoltati
ed io ancora non li ho metabolizzati.
Ispirami quella pace che
ti caratterizza nonostante
il tuo lato oscuro
e l’energica leggerezza che trasmetti
anche durante le notti
più fitte.

Annunci

Di’ pure quel che pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...