Le Brezze di Francesca

di Francesca Palladino

da Gabriel Garcia Marquez, Memoria delle mie puttane tristi

«Stavo per addormentarmi all’alba quando sentii come un rumore di folle sul mare e un panico degli alberi che mi attraversarono il cuore. Allora andai in bagno e scrissi sullo specchio: Delgadina della mia vita, sono arrivate le brezze di Natale.

Uno dei miei ricordi più felici fu uno scombussolio che avevo avuto una mattina come quella uscendo da scuola. Cosa mi succede? La maestra mi disse istupidita: Ah, piccolo, non vedi che sono le brezze?

Ottant’anni dopo le sentii di nuovo quando mi svegliai nel letto di Delgadina, ed era lo stesso dicembre che tornava puntuale con i suoi cieli diafani, le tormente di sabbia, i mulinelli per strada che scoperchiavano le case e alzavano le sottane alle collegiali. Allora la città acquisiva una risonanza spettrale. Nelle notti di brezza era possibile sentire le grida del mercato pubblico anche nei quartieri più alti, come se fossero all’angolo della via. A quell’epoca non era raro che le raffiche di dicembre ci permettessero di rintracciare attraverso le loro voci gli amici disseminati in bordelli remoti.

Tuttavia, sempre con le brezze mi arrivò pure la brutta notizia che Delgadina non poteva passare le vacanze di Natale con me per via della sua famiglia.

Se c’è una cosa che detesto in questo mondo sono le feste obbligate in cui la gente piange perché è allegra, i fuochi artificiali, le recite insulse, le ghirlande di carta crespa che non hanno nulla a che vedere con un bambino nato duemila anni fa in una stalla indigente.»

Annunci

Di’ pure quel che pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...